CHIAMA ORA

+39 0175 282016

Imprese "gasivore": nuovo regime di agevolazione

img

Segnaliamo che il Ministero dello sviluppo economico (di seguito 'MiSE') ha pubblicato il Decreto Ministeriale 2 marzo 2018 in cui definisce, in conformita' agli orientamenti comunitari in materia di aiuti di stato e sulla scia di quanto gia' fatto con gli energivori, il sistema di agevolazioni alle imprese a forte consumo di gas naturale da adottare con successivo decreto MiSE, sentita anche l' Autorita' di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (si seguito 'ARERA').

Il provvedimento si limita per ora a rivedere la definizione di impresa 'gasivora', a fissare i criteri sulla cumulabilita' con le agevolazioni agli energivori e le modalita' attraverso cui l'ARERA potra' introdurre l'esenzione dal pagamento delle specifiche componenti tariffarie a copertura degli oneri di decarbonizzazione per le imprese che utilizzano il gas come materia prima per uso non combustibile (tra cui la chimica e i fertilizzanti) e con consumi sopra una determinata soglia.

 Piu' in particolare il decreto:

 - definisce gasivore le imprese che hanno un consumo medio di gas, calcolato nel periodo di riferimento, pari ad almeno 1 GWh/anno, ovvero 94.582 Smc/anno (considerando un potere calorifico superiore per il gas naturale pari a 10,57275 kWh/Sm3) e che rispettano uno dei seguenti requisiti:
 a) operano nei settori dell'Allegato 3 alle Linee guida CE;
 b) operano nei settori dell'Allegato 5 alla Linee guida CE e sono caratterizzate da un'intensita' gasivora positiva determinata, sul periodo di riferimento, in relazione al VAL ai sensi dell'articolo 4, comma 1 (di seguito: intensita' gasivora su VAL), non inferiore al 20%.

 - stabilisce che qualora un'impresa sia contemporaneamente gasivora ed energivora potra' accedere alle agevolazioni del presente decreto e a quelle del DM 21 dicembre 2017 purche' versi un contributo agli oneri generali di sistema relativi alle misure per il risparmio energetico e lo sviluppo delle Fonti Rinnovabili (FER) complessivamente non inferiore ai limiti minimi stabiliti dalla Linee Guida CE;

- prevede che, a decorrere dal 1 Luglio 2018,  le imprese con consumi superiori a 1 milione di Sm3/anno che utilizzano il gas totalmente, o per almeno l'80%, come materia prima per uso non combustibile sono esonerate dal pagamento delle componenti tariffarie REt (trasporto) e RE (distribuzione). L'ARERA coprira' l'esonero incrementando le componenti tariffarie con 'flessibilita' temporale e gradualita' in particolare per bilanciare incrementi di costo della bolletta gas, anche riconducibili a effetti congiunturali'.

In attesa che si definiscano le modalita' di accesso e l'entita' delle incentivazioni, vi terremo costantemente informati per verificare tutti i requisiti per poter rientrare nella definizione di impresa 'gasivora' e nella successiva agevolazione.

Restiamo a Vostra completa disposizione per qualsiasi chiarimento ed ulteriore informazione che si dovesse rendere necessaria.



Consorzio energia 2000 utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento